fermer
Argaunota 14/11/2016
THRACE - Sunday Morning Session

Definire oggi l'antica Tracia é compito assai difficile anche se potremmo comprenderne il suo storico territorio nell'area della penisola balcanica sud orientale. Tra la Turchia, la Grecia, la Macedonia e la Bulgaria odierna, affacciata su tre mari, dal mar di Marmara, all'Egeo e al Mar Nero e separata dal resto dei Balcani dalle imponenti catene montuose del Rodope e del Sakar Planina, fu terra di grandi vicende storiche legate a Sciti, Greci, Romani e Persiani prima che le invasioni barbariche ne segnassero il definitivo declino. A quella terra di confini, tanto proiettata ad Oriente quanto impregnata di tradizione classica, il violoncellista francese Jean-Guihen Queyras dedica  questo "Thrace", congiunzione musicale di epoche, stili e linguaggi differenti. Nelle "sessioni della domenica mattina" ha radunato amici con lui cresciuti a Forcalquier, nelle colline dell'alta Provenza, come i fratelli Bijan & Keyvan Cherimani che con le loro percussioni offrono l'ambiente ideale insieme all'antico suono della Lira di Sokratis Sinopoulos per sviluppare il percorso solo apparentemente accidentato scaturito dalla mente del violoncellista. Così convivono felicemente improvvisazione, ricerca contemporanea e antiche melodie in un viaggio che riesce nell'impresa non facile di accostare Witold Lutoslawki e Jorg Widmann alla tradizione dell'Egeo portata da Sinopoulos e dell'antica Persia dei fratelli Chemirani  e ancora miscelando danze balcaniche, turche e arabe con la lezione di Pierre BoulezIn "Thrace" troviamo tutto il potere di comunicazione della musica, avanguardia da sempre di scambi culturali e memoria storica di tempi andati, crocevia di linguaggi in grado non solo di coesistere ma anche di complementarsi meravigliosamente.

ARGAUNOTA 14/11/2016
Suoni, stories e curiosita dal mondo